RE-MOVE® METHOD

Un giovane praticante di motocross si presenta a seguito di un brutto incidente, dove in un salto, causa radice sporgente, la moto ha rimbalzato in controtempo e lo ha colpito forte al bacino, causandogli un’ernia sottolegamentosa il L4-L5.

Sottoposto a visita fisioterapica in studio, oltre alla valutazione del dolore, riporta varie disfunzioni, tra cui emibacino sx più alto, arto inferiore destro extraruotato, divergenza rotulea bilaterale, piedi pronati, timing addominali in disfunzione, antiversione bacino durante flessione bilaterale delle ginocchia da prono, timing glutei in disfunzione, Tfl e flessori retratti, anca primaria in posterior rocking.

Con la fisioterapista, insieme, redigiamo il programma di rehab, fermo restando che lo sportivo, in presenza di stenosi su L4-L5, non può sopportare esercizi di estensione e flessione del rachide, oltre che naturalmente di torsione.

Dopo alcune sedute di applicazione del RE-MOVE® METHOD in posizione ALFA, il cliente, dopo un periodo di lavoro fuori città e sospensione del programma, ci chiama comunicando di essersi svegliato bloccato e con forte dolore.

Da test BPA risultava una disfunzione in rotazione lombare dx. Il cliente riporta dolore sulla lombare parte dx.

Lucia, nostra fisioterapista esperta in disfunzionale applica dei trattamenti di dry-needling alla lombare dx. Il cliente si sblocca, il dolore rientra, noi riprendiamo il recupero che ad oggi è praticamente riportato a posizione GAMMA (Re-Move® method).

Queste esperienze dirette ci confermano che il lavoro intrapreso nello studiare il movimento e i test di valutazione ad esso connesso, come requisito necessario per compiere gesti sia sportivi, che di ogni giorno, sia oggi la priorità nel definire una nicchia professionale che può e deve essere occupata da qui ai prossimi 10 anni dai tecnici della prevenzione, Personal Trainer altamente qualificati che siano in grado di collaborare con figure cliniche e soprattutto siano in grado di produrre risultati concreti.

Andrea Chellini

(Personal Trainer, Responsabile tecnico Moving Studio Firenze)